Interessante articolo sull’università italiana

Domenica mi sono fatto prendere “L’espresso”, un settimanale collegato al gruppo editoriale romano proprieterio anche di “La Repubblica” perché la copertina mi aveva colpito. Il settimanale, in edicola fino a domenica 23 maggio parla dell’università italiana analizzando tutte le facoltà e molte delle sedi universitarie grazie al parare di docenti universitari ed esperti del settore.

La copertina che troverete in edicola

Io l’ho comprato e quelle pagine mi sono piaciute perché l’editore si concentra nel dire che la formazione alla lunga paga di più rispetto a un singolo diploma, una laurea triennale vale poco e bisogna per forza di cose specializzarsi con una laurea di secondo livello o con un master. A distanza di 5 anni dal conseguimento della laurea, sempre secondo il settimanale capitolino, la stragrande maggioranza dei laureati trova un lavoro nel proprio settore, mentre risulta difficilissimo trovare un lavoro entro un anno dal conseguimento della laurea.

I dati mi confortano, sarà pur vero che sono statistiche, ma guardando anche ai miei compagni di corso e ai miei amici che studiano altre discipline mi accorgo che è proprio così, è difficile trovare lavoro nell’immediato dopo laurea. L’unico settore che ti garantisce l’assunzione è quello sanitario per motivi che non sto a spiegare perché sono banali, gli altri settori (compreso ingnenieria) faticano.

Siccome sono laureato in Scienze della Comunicazione e coloro che stanno leggendo questo articolo sono per la maggior parte nel mio settore, mi sono subito soffermato a guardare le statistiche e devo dire che ci collochiamo appena più su della metà classifica nel immediato dopo laurea triennale mentre scendiamo qualche posizione dopo una laurea specialistica (è strano ma è così e non me lo so spiegare). Sono felice, pensavo che andasse peggio, ma daltronde il nostro settore è talmente ampio che offre diverse opportunità di lavoro.

Comprate “L’Espresso”, penso che questo articolo possa interessarvi da vicino, è fatto bene e poi troverete un articolo sull’Università di Modena e Reggio Emilia quindi…

Annunci